CTR in Polonia per un nuovo record italiano sulla corsa di 48 ore tapis roulant
18 Novembre 2021

Il Dr. Roberto Citarella, DS del C.T.R. insieme al Dr. Mauro Azzolini ed il massofisioterapista Simone Azzolini hanno accompagnato Vito Intini in Polonia a Zabrze per una nuova sfida di corsa continua di 48 ore sul Tapis Roulant.

La gara svoltasi dal 5 al 7 novembre era valida come Coppa del Mondo 2021.

Erano presenti 20 atleti di diverse nazionalità su invito in base ai risultati ottenuti negli ultimi anni.

Vito Intini, DG della società ELO Digital Office, atleta che detiene diversi record sul tapis roulant ha scelto di affidarsi ancora allo staff del CTR.

A Reggio Emilia (2016, 2017 e 2018) sono stati ottenuti i Record Mondiali sulla 12 ore (152,2Km) e la 24 ore (per ben due volte 253,8Km e 265,2Km) dove il lavoro di squadra tra atleta e personale del CTR ha dato il successo programmato da lontano.

 

In Polonia si trattava di una gara inedita per Vito Intini, 48 ore in cui le difficoltà non erano tutte ben note.

 

Alla fine, comunque sono riusciti ad ottenere un nuovo record italiano sulla distanza concludendo la gara all’undicesimo posto.

Queste le parole di Vito Intini a caldo a fine gara:

“Per affrontare queste sfide bisogna avere un fisico sano e ben allenato ma soprattutto è di fondamentale importanza tutto l’aspetto medico e fisioterapico che va curato quotidianamente.

Qui mi reputo fortunato di avere lo staff del C.T.R. al mio fianco. Non solo durante la gara ma anche durante la preparazione ed il post-gara.

Sono ormai diversi anni in cui collaboriamo insieme e i risultati si vedono continuamente. Se poi consideriamo anche la mia età di 53 anni si può intuire quanto sia evidente il lavoro di prevenzione eccezionale che il C.T.R. sta facendo.

Va anche ringraziato l’università di Urbino con cui c’è una collaborazione sulla ricerca dell’ultramaratona e che ci aiutano specialmente in ambito nutrizionale sportivo.”

 

“Non ci fermeremo qui” dice il Dr. Roberto Citarella, “c’è già in programma una nuova sfida ma questa volta presso la nostra struttura del C.T.R. a Reggio Emilia.”