MEDICI

  • Dottoressa Anna Tirabassi

    Laureata in Ortottica

    Esami: martedì

  • Dottoressa Liviana Silvi

    Laureata in Ortottica

    Esami: giovedì

     

RICHIEDI INFORMAZIONI

Campo visivo (Campimetria)

L'esame del campo visivo è un'indagine diagnostica che viene eseguita in ambito oculistico.

Viene richiesta dallo specialista oculista nell’ambito della visita e viene effettuato dall’Ortottista, professionista abilitato all’effettuazione di tale esame con una strumento chiamato Campimetro.

Campo visivo: in cosa consiste l'esame 

L'esame del campo visivo consiste nella valutazione della porzione di spazio che il paziente è in grado di osservare, focalizzando lo sguardo davanti a sé; rispetto al centro del campo visivo, i margini periferici risultano più o meno distanti.

L'area che una persona riesce a vedere con lo sguardo dritto in avanti è rappresentato graficamente su una griglia. Le situazioni patologiche si traducono nella ridotta o assente risposta allo stimolo luminoso nel campo visivo.

L'esame permette di analizzare lo stato di salute delle vie ottiche (dalla papilla del nervo ottico all'area cerebrale associata alla visione).

La misurazione del campo visivo permette di evidenziare gli eventuali difetti della visione centrale o periferica, quindi risulta utile per diagnosticare e monitorare la progressione di alcune patologie della retina, del nervo ottico e del sistema nervoso centrale, come il glaucoma, le neuriti ottiche e le maculopatie. L'esame consente, inoltre, d'inquadrare nel contesto clinico sintomi come i difetti lacunari (scotomi) e la perdita di metà del campo visivo (emianopsia).