MEDICI

  • Dottor Massimiliano Sacchelli

    Specialista in medicina fisica e riabilitativa

    Visite in convenzione con il servizio sanitario nazionale: lunedì mattina - martedì mattina fino alle 11.00 - venerdì mattina

    Visite, infiltrazioni, ozono terapia rx guidata in libera professione: lunedì pomeriggio martedì mattina dalle 11.00 venerdì dalle 14.30

    Ozonoterapia

    Terapia per contrastare il mal di schiena, cervico-dorsalgie e ernie discali

    Visite in libera professione: prenotazione in segreteria C.T.R.

  • Dottor Roberto Citarella

    Medico chirurgo specialista in chirurgia generale

    Visite in libera professione: dal martedì al venerdì dalle 13.00/19.00

    Visita posturale

    Esame del Piede: in Statica e Dinamica per la realizzazione di plantari Ortopedici e Propriocettivi Esame Posturale: con Pedana Stabilometrica integrata con sistema video computerizzato Body Analisis Kapture - Ozonoterapia - Patologia delle Articolazioni - Pedana Dinamometrica Ricostruzione 3D della Colonna con sistema Surface 

    Visite in libera professione: prenotazione in segreteria C.T.R.

    Ozonoterapia

    Terapia per contrastare il mal di schiena, cervico-dorsalgie e ernie discali

    Visite in libera professione: prenotazione in segreteria C.T.R.

RICHIEDI INFORMAZIONI

MEDIA

Ozonoterapia

L'ozonoterapia per contrastare mal di schiena, cervico-dorsalgie e ernie discali.

Cos'è l'ozonoterapia?

L'ozono è un gas naturale, presente anche nell’atmosfera, che quindi non comporta rischi di allergie, si può utilizzare nei pazienti con patologie quali il diabete e le cardiopatie.

L’ozonoterapia è indicata in pazienti con mal di schiena, cervicalgia, sciatica e in particolare in presenza di ernia del disco.

L’ozonoterapia per via infiltrativa è una metodica raccomandata dal Ministero della Salute per l'efficacia dimostrata anche sulla riduzione degli interventi chirurgici alla schiena. È, inoltre, consigliata nei soggetti con patologie quali il diabete e le cardiopatie.                                      

Quali sono le tecniche infiltrative più utilizzate?

Le tecniche infiltrative con le quali si può iniettare l'ozono sono dipendenti dalla patologia di base. Di seguito quelle che io utilizzo più frequentemente e in quali casi.

TECNICA PARAVERTEBRALE INTRAMUSCOLARE 

Utili nel mal di schiena, nei dolori cervicali e dorsali da discopatie, contratture muscolari, problematiche di postura, vengono eseguite per via ambulatoriale con una tecnica specifica che non prevede l'utilizzo di raggi o ecografia.

Il numero di sedute utili sono solitamente di 6 con cadenza bisettimanale, ma il numero può variare in funzione dell'andamento dei miglioramenti.

A miglioramento avvenuto, si consiglia poi di ripetere qualche seduta di mantenimento a distanza di alcuni mesi e, comunque, da stabilire in base alla problematica presentata.

TECNICA INTRAFORAMINALE RX GUIDATA

Utili nelle ernie discali compressive lombari (lombosciatalgie e lombocruralgie). 

Questa metodica prevede che l'ago venga inserito in profondità, facendo prima un'anestesia locale, per attraversare la zona superficiale sottocutanea e muscolare, per poi arrivare in corrispondenza dell'ernia e della radice compressa.

L'infiltrazione intraforaminale viene infatti eseguita in una sala adeguata, appositamente attrezzata, in sterilità, con l'ausilio di personale dedicato e mediante l'utilizzo di controllo radiografo col fine di controllare il tragitto dell'ago durante la procedura per visualizzarne il posizionamento in corrispondenza dell'ernia e del nervo compresso.

L'obiettivo di questa procedura è quello di far riassorbire l'ernia per permettere al paziente di accedere velocemente al percorso riabilitativo, accelerando notevolmente il processo di guarigione.

Con questa tecnica mirata, sono solitamente sufficienti solo 2 infiltrazioni che vengono eseguite a distanza di 1 o 2 settimane l'una dall'altra.

 

Quali sono le controindicazioni all'Ozono terapia?

Poche, infatti le infiltrazioni con Ossigeno-Ozono possono essere eseguite anche nei pazienti diabetici e ipertesi, inoltre che l'Ozono è un gas che "deriva" dall'Ossigeno e non può quindi dare problemi di allergie.

Viene utilizzato frequentemente anche nei problemi di dolore correlati all'attività sportiva e negli atleti professionisti in quanto non costituisce doping.

Le infiltrazioni possono inoltre essere eseguite nella maggior parte dei casi anche nei pazienti che assumono farmaci anticoagulanti; in questi casi è spesso sufficiente variare la terapia di base per un periodo molto limitato di tempo accordandosi prima con il Medico Curante di riferimento o con il Centro Emostasi.

Le uniche situazioni in cui le infiltrazioni di Ozono hanno una controindicazione (anche se non assoluta) sono:

  • pazienti affetti da Favismo: quadro patologico ereditario caratterizzato da deficit funzionale o quantitativo della glucosio-6-fosfato deidrogenasi
  • pazienti affetti scompenso cardiocircolatorio in atto
  • pazienti affetti da ipertiroidismo clinicamente manifesto
  • pazienti in gravidanza (unica controindicazione assoluta)